Cosa sono i prodotti forestali non legnosi (e perchè sono così importanti)

Michele Novak
Michele Novak · 6 Settembre 2018

I Prodotti Forestali Non Legnosi (PFNL) sono prodotti secondari del bosco, utilizzati dalle aziende e dalle comunità indigene e rurali di tutto il mondo. Ecco una lista con alcuni esempi ed utilizzi di questi prodotti.

Funghi e tartufi
Da sempre i boschi italiani sono grandi produttori di funghi e tartufi, e il nostro Paese gioca un ruolo di leader all’interno dei mercati europei ed internazionali di questi prodotti. Il tartufo bianco (Tuber magnatum) prodotto in Italia è la specie di tartufo più pregiata in assoluto sia da un punto di vista gastronomico che economico.

Prodotti forestali non legnosi: il sughero

Sughero
Il sughero è ricavato dalla corteccia della quercia da sughero (Quercus suber) e viene utilizzato per la produzione di tappi, sotto bicchieri, pannelli ed altri oggetti di uso quotidiano. Essendo un materiale dalle eccellenti doti di isolamento termico e sonoro, il sughero viene inoltre impiegato sempre più nel settore dell’edilizia.

Prodotti chimici, medicinali e cosmetica
Più del 25% delle medicine che usiamo proviene da piante della foresta pluviale, ed estratti e parti di piante sono tra i componenti di medicinali e prodotti cosmetici. Il prodotto chimico più famoso del bosco è il tannino, estratto da piante come il castagno, che viene usato principalmente nella lavorazione delle pelli.

Prodotti forestali non legnosi: il ribes bianco

Piccoli e grandi frutti
Castagne, mirtilli, lamponi e molti altri piccoli frutti crescono naturalmente nel bosco e sono utilizzati per una miriade di scopi, dalle marmellate alle farine.

Miele e selvaggina
I boschi producono generi alimentari che spesso troviamo sulle nostre tavole: tra questi, la selvaggina e il nettare derivante dalle fioriture delle diverse specie vegetali forestali (ad esempio la robinia), utilizzato dalle api per la produzione del miele.

Gomma naturale
La gomma naturale o caucciù è ottenuta dalla lavorazione del lattice, che viene raccolto praticando delle incisioni sulla corteccia dall’albero della gomma (Hevea brasiliensis). Il lattice lavorato viene poi utilizzato per diversi prodotti come scarpe, palloni da calcio e molto altro.

Piante ornamentali. Un caso particolare: le Orchidee epifite.
Le popolazioni indigene delle foreste atlantiche presenti in Argentina ricavano una delle loro maggiori entrate economiche attraverso la vendita di questi magnifici fiori, che crescono arrampicandosi sugli alberi, arrivando fino a decine di metri d’altezza.

Chi siamo

FSC è un'organizzazione internazionale non governativa, indipendente e senza scopo di lucro, nata nel 1993 per promuovere la gestione responsabile di foreste e piantagioni.

Include tra i suoi membri ONG e gruppi ambientalisti, sociali, proprietari forestali, industrie che commerciano e lavorano il legno e la carta, gruppi della Grande Distribuzione Organizzata, ricercatori e tecnici, per un totale di quasi 900 membri.

Latest tweets

“Calcolare il valore economico delle #foreste serve a proteggerle”: l'intervista di @lifegate ad Alessandra Stefani, responsabile della Direzione generale delle foreste @Mipaaf_ https://t.co/RbHoBxIwrY

Tips for an eco-friendly Christmas by @WWF and @FSCItalia: solar-powered #christmas lights, fir wood #christmastree, #eco-friendly toys🎄🎁
Take a look at our latest article to get suggestions for making your Christmas festivities more sustainable ⬇️
https://t.co/h5zp6J30G6

Materie prime e #deforestazione: un workshop presso l'Orto Botanico di Padova presenta i primi risultati delle indagini sui flussi nel nostro Paese e le modalità per promuovere consumi deforestation free https://t.co/I940OmnSc4

Newsletter

FSC Forests For All Forever logo