Cosa c’è dietro ad un’etichetta FSC?

Rachele Perazzolo
Rachele Perazzolo · 5 Settembre 2019
© Grazia Raimondo / FSC Italia

Oltre ad essere un requisito tecnico, sempre di più le etichette FSC sono strumento di comunicazione primario delle aziende per dimostrare ai consumatori il proprio impegno nella corretta gestione delle risorse forestali: la scelta di far parte di una filiera responsabile, nel rispetto dell’ambiente, delle persone e degli ecosistemi forestali.

Per le persone è sempre più importante attuare scelte quotidiane il più possibile rispettose dell’ambiente; piccoli passi concreti per salvaguardare il presente e il futuro del nostro Pianeta. Acquistando prodotti certificati FSC, il consumatore sa di poter attivamente contribuire alla salvaguardia delle foreste del mondo.

Le etichette FSC permettono di distinguere i prodotti certificati in tre diverse categorie, sulla base della loro composizione.

  • L’etichetta FSC 100% identifica prodotti composti interamente da materia prima proveniente da foreste certificate FSC.
  • L’etichetta FSC RICICLATO è presente sui prodotti realizzati con carta o legno provenienti da materiale di riciclo e recupero.
  • L’etichetta FSC MISTO viene apposta su prodotti costituiti da diverse categorie di materiali ovvero materiale certificato FSC, materiale riciclato (non meno del 70% di materiali certificati e/o materiali riciclati) e/o legno controllato.

Questo è reso possibile da una filiera in cui la foresta di origine è controllata e valutata in maniera indipendente in conformità a principi e criteri di buona gestione forestale validi in tutti il mondo, stabiliti ed approvati tramite la partecipazione e il consenso di tutte le parti interessate.

Il ruolo del label FSC è però anche quello di aiutare le persone a capire il collegamento tra le foreste e prodotti forestali di origine responsabile. Da una ricerca internazionale realizzata nel 2017 da GlobeScan su 13 Paesi – compresa l’Italia – è emerso che la metà dell’intero campione (oltre 10.000 consumatori) riconosce il marchio FSC, e che 4 persone su 10 hanno una buona comprensione del suo significato, ricollegandolo a concetti quali “rispetto per l’ambiente”, “protezione delle foreste”, “gestione forestale sostenibile”.

Accanto alle etichette tradizionali, dal 2015 è stato introdotto il marchio Forests For All Forever, che rappresenta in maniera semplice ed emozionale tutti i valori della buona gestione forestale, come la cura delle foreste, degli animali e delle persone che da esse dipendono, la garanzia di un futuro migliore per le generazioni che verranno.

Nel nostro Paese sono oltre 2.000 i prodotti che riportano sul packaging il logo FSC, e le etichette con l’alberello si trovano anche su beni di consumo come sedie, tavoli, librerie, fazzoletti, borse, libri e stampati: una volta compreso quanto c’è dietro, diventa più facile compiere semplici gesti quotidiani a beneficio delle foreste del mondo, degli animali e delle comunità che dipendono da esse.

Chi siamo

FSC è un'organizzazione internazionale non governativa, indipendente e senza scopo di lucro, nata nel 1993 per promuovere la gestione responsabile di foreste e piantagioni.

Include tra i suoi membri ONG e gruppi ambientalisti, sociali, proprietari forestali, industrie che commerciano e lavorano il legno e la carta, gruppi della Grande Distribuzione Organizzata, ricercatori e tecnici, per un totale di quasi 900 membri.

Latest tweets

E dentro alla foresta vado a perdere la mia mente e a trovare la mia anima - John Muir #FSCquotes

Cambiamenti climatici ed incendi forestali, strategia UE sulla biodiversità, Osservatorio Immagino 2020, international bits, corsi di formazione...È uscita la newsletter di Luglio 2020: dacci un occhio qui 👉 https://t.co/eJCjGijKcd

Acquisto arredi scolastici per far fronte a emergenza COVID potrebbe essere occasione per adottare politiche ambientali di controllo materiali e filiera

#GPP

@RossellaMuroni @FSCItalia @danieladucato

Newsletter

FSC Forests For All Forever logo